Il giardiniere Willie

Willie è il giardiniere e guardiano della scuola elementare di Springfield. Nella versione originale è Scozzese, e il pubblico lo percepisce sia a livello visivo che uditivo: infatti Willie parla con un forte accento scozzese (il che lo contraddistingue dagli altri abitanti della città), e molto spesso indossa un kilt.

Gr_willie_scot

È un personaggio solitario ed aggressivo, che spesso parla della sua infanzia e adolescenza in Scozia, caratterizzate da un tipo di vita rurale e a contatto con la natura. È considerato un “diverso”: parla e agisce in maniera differente rispetto agli altri personaggi e abitanti della città e questa è una sua caratteristica peculiare, molto spesso enfatizzata.

Non è stato semplice per gli adattatori ricreare tutte le caratteristiche di questo personaggio nella serie italiana: dovevano infatti ricreare la natura solitaria e aggressiva di Willie, che nella versione americana corrispondono allo stereotipo degli Scozzesi. Nell’immaginario collettivo americano, infatti, gli Scozzesi sono visti come persone solitarie, silenziose, e contadine. Ma in Italia queste caratteristiche non corrispondono affatto allo stereotipo degli Scozzesi: piuttosto in Italia, se si pensa agli Scozzesi, vengono in mente persone dai capelli rossi, allegri e che bevono molto.

Quindi lo stereotipo italiano non corrisponde affatto alla natura aggressiva di Willie, né soprattutto ai suoi riferimenti alla vita rurale. In questo caso gli adattatori hanno optato per una soluzione drastica, ma geniale: hanno deciso di cambiare nazionalità e provenienza di Willie. Nella versione italiana infatti, Willie non è più Scozzese, ma Italiano e, più precisamente, viene dalla Sardegna!

Ma perché gli adattatori hanno optato per questa soluzione e hanno scelto proprio la Sardegna? Semplice, perché lo stereotipo della Sardegna corrisponde maggiormente alle caratteristiche di questo personaggio.

mappa

     

  In realtà oggi la Sardegna è una delle mete turistiche più esclusive, ma nell’immaginario collettivo italiano rimane comunque una zona isolata rispetto al resto del Paese,  considerata inoltre molto rurale; secondo uno stereotipo comune, inoltre, molti abitanti del luogo lavorerebbero nella pastorizia. Dunque, le origini sarde (piuttosto che scozzesi) di Willie corrispondono maggiormente alla sua personalità nell’immaginario collettivo italiano, perché gli abitanti di quella regione vengono considerati rurali e solitari (e la Sardegna viene vista come una zona molto isolata), che sono in realtà le caratteristiche principali del personaggio.

       Questo cambiamento drastico delle origini di Willie è un chiaro esempio di addomesticamento e ri-territorializzazione di un personaggio. Infatti nella versione italiana, le sue origini vengono letteralmente legate all’Italia: Willie parla dunque con un marcato accento sardo, e più volte afferma di essere nato e cresciuto in Sardegna.

       Ora, il problema principale che hanno però dovuto affrontare gli adattatori è il fatto che Willie indossa spesso un kilt, chiaro riferimento alla Scozia. Come soluzione, spesso si è scelto direttamente di ignorare questo elemento, mentre altre volte si fa riferimento al kilt come a una semplice gonna: è comunque un elemento utilizzato per sottolineare ancora di più la stranezza e diversità di questo personaggio rispetto agli altri.

Soltanto due episodi dell’intera serie hanno presentato problemi insormontabili per i traduttori italiani, proprio perché vi sono vari riferimenti visivi e linguistici alle origini scozzesi di Willie. Gli episodi sono “Tanto va Homer al lardo che…” e “Monty non può comprare amore”.simpson accenti dialetti willie scozzese sardo winchester napoletano

Il primo episodio è più semplice da tradurre, in quanto ogni informazione o gioco di parole riguardo Willie viene fatto a livello linguistico. La trama è la seguente: Homer scopre che il grasso di cucina usato è molto redditizio da rivendere come concime e cerca di fare soldi in questo modo. Decide quindi di trafugarlo dalla cucina della scuola elementare aiutato da Bart, ma Willie il giardiniere li scopre. Per cercare di difendersi e prendersi gioco di Willie, Homer, fingendosi uno studente in scambio culturale proveniente dalla Scozia, inizia a parlare con un forte accento scozzese. Willie è molto contento nel sentire che anche Homer è scozzese, e inizia a fargli molte domande e chiedergli da dove viene esattamente. Homer risponde che è nato e cresciuto a “North Kilt Town” e Willie è ancora più contento perché anche lui è nato lì, e allora chiede a Homer se conosce Angus McLeod. Il dialogo è molto buffo e divertente perché Willie parla con un forte accento scozzese e Homer cerca di imitarlo.

Nella versione italiana, l’intero dialogo viene trasferito nel contesto italiano, sostituendo ogni riferimento alla Scozia con un riferimento alla Sardegna. Quindi Homer inizia a parlare con un forte accento sardo e sostiene di essere nato nella città di “Nord Pecurone”, e a quel punto Willie gli domanda se conosce Salvatore Udda, un nome che fa subito pensare alla Sardegna. La corrispondenza tra North Kilt Town e Nord Pecurone, tra Angus McLeod e Salvatore Udda è molto precisa, creativa e, a mio avviso, geniale. Infatti il nome della città di provenienza di Willie rappresenta delle caratteristiche tipiche dello stereotipo scozzese e sardo: il kilt, per la Scozia, e le pecore, per la Sardegna; allo stesso modo, i nomi di Angus McLeod e Salvatore Udda sono comici in quanto suonano rispettivamente scozzese e sardo.

Possiamo quindi affermare che l’intera conversazione viene addomesticata per un pubblico italiano, attraverso l’uso dello stereotipo riguardante la Sardegna e i suoi abitanti, che corrisponde esattamente allo stereotipo che gli Americani hanno nei confronti degli Scozzesi: questo è un tipo esempio di ri-territorializzazione. E, all’atto pratico, la conversazione ha lo stesso effetto sia sul pubblico Italiano che su quello Americano: confermare le origini scozzesi/sarde di Willie.

L’altro episodio (“Monty non può comprare amore”) presenta difficoltà maggiori per gli adattatori, e in alcuni punti ambiguità per il pubblico italiano.

L’episodio è totalmente incentrato su un viaggio che il signor Burns vuole fare in Scozia: sta infatti cercando di catturare il mostro di Loch Ness per portarlo a Springfield e farsi così amare e rispettare dagli altri abitanti della città. Il signor Burns porta con sé Homer, Willie e il Professor Frink per aiutarlo.

Una volta arrivati al lago, Homer nota una coppia di anziani che assomiglia molto a Willie, e glielo fa notare. Willie risponde che infatti quelli sono i suoi genitori, proprietari di una taverna poco distante, nel luogo in cui lui stesso è stato “concepito, nato e cresciuto”.

tumblr_me0ml6wRxw1qa6rsvo1_500

Per il pubblico Americano non c’è niente di strano in questa scena, perché già conosce le origini scozzesi di Willie. Ma non è così per il pubblico italiano.

Questa scena presenta molte difficoltà per gli adattatori della serie italiana, perché contraddice, a livello visivo, ogni informazione data in precedenza su Willie. Risulta infatti ambiguo per il pubblico italiano sentire che Willie è “stato concepito, nato e cresciuto” in Scozia, quando negli episodi precedenti ha sempre sostenuto di essere nato in Sardegna; e per di più parla con uno spiccato accento sardo!

La soluzione scelta per questo episodio aumenta la stranezza e l’ambiguità del personaggio. In questo caso infatti le origini di Willie vengono trasferite in Scozia, ma gli adattatori decidono di far parlare ogni persona del posto con un accento sardo. Inoltre, dopo la frase in cui rivela di essere nato in Scozia, Willie fa delle affermazioni che lo ricollegano immediatamente alla Sardegna e, quindi, al contesto italiano. Ad esempio, quando dopo qualche scena Homer va sott’acqua alla ricerca del mostro e non riappare per vari minuti, Willie dice che “è cocciuto come una pecora del Gennargentu” oppure, quando il signor Burns riesce a catturare il mostro, dice che “è stato più forte di Gigi Riva” .

Dunque, attraverso questi elementi, Willie è immediatamente trasferito nel contesto italiano.

Per concludere, possiamo affermare che gli adattatori italiani sono stati in grado di ri-territorializzare il personaggio di Willie, specialmente a livello linguistico, attraverso la scelta delle origini sarde. Il motivo principale è che in Italia il sardo è l’unico dialetto ad essere considerato addirittura una vera e propria lingua, incomprensibile per gli altri Italiani. Dunque, la scelta della Sardegna come luogo d’origine di Willie lo fanno percepire al pubblico come un “outsider”, diverso dalla comunità di Springfield: lo stesso effetto che ha la scelta della Scozia nel pubblico Americano.

images (1)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s